Articles

Un singolo viaggio con droghe psichedeliche può cambiare la tua personalità per anni

Allora, hai deciso di “accendere, sintonizzarti e abbandonare” – e non ti è piaciuto. Puoi mai spegnere completamente, sintonizzarti e ricominciare?

Secondo una nuova revisione degli studi pubblicati online sulla rivista Neuroscience & Biobehavioral Reviews, la risposta potrebbe essere no, amico. I ricercatori hanno scoperto che gli individui che hanno preso anche una singola dose di droghe psichedeliche come LSD, funghi “magici” e ayahuasca potrebbero sperimentare cambiamenti di personalità sostenuta che durò diverse settimane, mesi o anche anni – ma spesso, questi cambiamenti erano per il meglio.

Nella nuova meta-analisi, i ricercatori di Spagna e Brasile hanno esaminato i risultati di 18 studi precedenti, pubblicati tra il 1985 e il 2016, che collegano l’uso di droghe psichedeliche e cambiamenti di personalità. I ricercatori si sono concentrati sui documenti che hanno esaminato specificamente le droghe serotoninergiche, o farmaci che hanno strutture simili a quelle del neurotrasmettitore serotonina, che aiuta a regolare l’umore, l’appetito e varie altre funzioni. Tali sostanze si legano con i recettori della serotonina (noti come recettori 5-HT), aumentando l’attività nelle parti visive del cervello, causando allucinazioni simili ai sogni e, per alcuni utenti, inducendo una sensazione di trascendenza.

Le droghe studiate nella nuova meta-analisi includevano principalmente LSD (o dietilamide dell’acido lisergico), psilocibina (un composto psichedelico che si trova naturalmente in centinaia di specie di funghi “magici”) e ayahuasca (un tè psichedelico fatto da piante coltivate in Amazzonia, tradizionalmente consumato per scopi rituali o religiosi).

Molti studi su tutti e tre i tipi di droghe hanno trovato diversi cambiamenti di personalità a lungo termine (forse permanenti) negli individui a cui erano state somministrate droghe psichedeliche rispetto a quelli che non lo erano. In particolare, gli individui che hanno assunto piccole dosi di droghe psichedeliche in un ambiente clinico hanno ottenuto punteggi più alti per un tratto di personalità chiamato apertura – il termine psicologico che si riferisce all’apprezzamento di nuove esperienze – dopo il loro viaggio con la droga rispetto ai non consumatori. In alcuni studi, questi cambiamenti di personalità sono risultati in effetti terapeutici, antidepressivi, e sono durati un anno o più. (La ricerca per gli studi inclusi è stata condotta negli Stati Uniti, Regno Unito, Spagna, Brasile e Germania).

“Questo tipo di ricerca può offrire nuove prove alla classica discussione sul fatto che la personalità è o non è un tratto psicologico costante e stabile”, hanno scritto i ricercatori.

La questione se l’assunzione di droghe psichedeliche può provocare cambiamenti di personalità a lungo termine è stata studiata almeno dal 1950, quando il governo degli Stati Uniti notoriamente (e talvolta illegalmente) ha testato il potenziale dell’LSD per il controllo mentale umano. La ricerca che collega la personalità e l’uso di droghe è aumentata drammaticamente a metà degli anni ’80, hanno scritto gli autori nella nuova recensione, e le metodologie di test della personalità sono diventate più accurate. (Questo è il motivo per cui gli autori hanno focalizzato la loro ricerca sugli studi pubblicati dopo il 1985.)

Significativamente più ricerca utilizzando più grandi dimensioni del campione è necessario prima di trarre conclusioni definitive su droghe e personalità, i ricercatori hanno scritto. Dato che la maggior parte delle sostanze testate sono ancora illegali negli Stati Uniti, tale analisi è probabilmente molti anni di distanza.

Originariamente pubblicato su Live Science.

Notizia recente

{{ articleName }}

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.