Articles

PASTTHEWIRE

Il mondo delle corse di cavalli è abbellito da alcuni degli eventi di più alto profilo di qualsiasi sport, ma anche in questa arena ci sono alcuni esempi che si distinguono dalla folla.

Ecco un rapido sguardo alle corse che siedono in cima all’albero del prestigio e dovrebbero essere sulla lista degli eventi da non perdere per gli appassionati di attività equestri.

Fonte immagine:

Il Grand National

Questo incontro annuale si tiene nel Regno Unito e raccoglie regolarmente centinaia di milioni in scommesse, con i migliori allenatori e fantini in lizza per portare a casa una fetta del cospicuo montepremi.

Le stime sul pubblico globale del Grand National superano il mezzo miliardo, quindi in termini di visibilità e celebrazione globale, poche altre corse di cavalli possono davvero avvicinarsi. Ha persino ispirato film, spettacoli televisivi, opere d’arte e giochi che si possono giocare in un casinò online, rendendolo un importante evento culturale e non solo sportivo.

Il Kentucky Derby

Mentre il Grand National si corre su una distanza di più di quattro miglia, il che significa che c’è molta strategia coinvolta e l’opportunità di sconvolgere in diversi punti, il Kentucky Derby è significativamente più breve a soli 1. 25 miglia e quindi probabilmente molto più breve.25 miglia e quindi probabilmente molto più eccitante, anche se gli animali e i loro cavalieri impiegano in media due minuti per completarlo.

Il montepremi di 3 milioni di dollari aiuta senza dubbio ad alzare la posta, e il fatto che la corsa sia frequentata da molti volti famosi ogni anno è un altro motivo per cui merita un posto in questa lista.

Il Royal Ascot

Un’altra corsa che si svolge sul suolo britannico, il Royal Ascot si corre da oltre un secolo ed è così chiamato perché vi partecipa sempre la regina Elisabetta II in persona, insieme a tutti i membri della sua famiglia allargata che quell’anno si sentono in vena di partecipare all’evento.

Lo sfarzo e la cerimonia che precedono la corsa vera e propria contribuiscono ad aumentare il prestigio del Royal Ascot, oltre al fatto che un capo di stato e il suo seguito sono presenti in carne ed ossa, anche se tenuti lontani dal pubblico nei loro recinti. Aggiungete a questo il rigoroso codice di abbigliamento che si applica sia agli uomini che alle donne, e avrete la ricetta per un festival di cinque giorni di opulenza ed eccessi del vecchio mondo.

Prix de l’Arc de Triomphe

Parigi ospita ogni autunno questa corsa di cavalli particolarmente prestigiosa, e poiché il primo premio vale in genere quasi 3 milioni di dollari, è anche una paga piuttosto alta per il fantino che riesce a battere la concorrenza.

Come molte gare europee, ha le sue origini nella metà del XIX secolo ed è stata dominata negli ultimi due decenni da Frankie Dettori, che è riuscito a vincerla in non meno di sei diverse occasioni, compresa la più recente nel 2018.

La Preakness Stakes

Insieme al Kentucky Derby e alla Belmont Stakes, questa corsa forma la Triplice Corona e offre un premio di 1,5 milioni di dollari.

La Preakness Stakes è iniziata due anni prima della sua controparte in Kentucky, nel lontano 1873. Nel corso dei decenni il suo prestigio ha continuato a crescere, e ha una serie di momenti storici a suo nome. Il tempo record della corsa è stato stabilito nel 1973 dal leggendario cavallo da corsa Secretariat, nell’ambito della sua Triplice Corona. Solo altri quattro cavalli hanno vinto la Triple Crown da allora, aggiungendosi all’atmosfera intensa ed eccitante che scende sulla pista di Baltimora ogni anno.

Ovviamente la Melbourne Cup deve essere menzionata perché è considerata una delle corse di cavalli più difficili da vincere.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.