Articles

Orange County: California’s Political Battleground

In questa foto di file del 6 novembre 2018, Young Kim, allora candidato repubblicano per il 39° distretto congressuale, parla ai sostenitori a Los Angeles. (AP Photo/Mark J. Terrill)

(CN) – Nel 1988, nei giorni calanti della sua presidenza, il presidente Ronald Reagan fece una sosta a Fullerton, in California, per fare stump per il suo vicepresidente George H.W. Bush e proclamò: “Orange County è dove vanno i buoni repubblicani prima di morire.”

Questa osservazione ha suscitato risate e applausi all’epoca e da allora ha continuato a rafforzare l’idea che il GOP, che ha costantemente perso influenza nello stato più popoloso della nazione, poteva contare su Orange County come un bastione per i repubblicani in una California costiera sempre più blu.

Questa nozione è sembrata esplodere nel 2018, quando gli elettori di Orange County hanno remato una tavola di sentimento anti-Trump in un’onda blu che alcuni sul lato democratico hanno pronunciato come prova positiva che tutta la California costiera era ora saldamente democratica immobiliare.

Ma il 2020 ha visto quell’onda blu tirata indietro da una risacca rossa, come i repubblicani Michelle Steel e Young Kim hanno sconvolto i democratici in carica Harley Rouda e Gil Cisneros, rispettivamente. Questo ha portato alcuni a dichiarare che il 2018 è stata un’aberrazione e che Orange County rimarrà saldamente rossa per il prossimo futuro.

La verità è più sfumata: Orange County è essenzialmente in palio.

“Avete avuto elezioni incredibilmente vicine nel 2018 e avete avuto elezioni incredibilmente vicine anche quest’anno”, ha detto Thad Kousser, un professore di scienze politiche presso l’Università della California, San Diego. “Entrambe le elezioni sono state sul filo del rasoio.”

A novembre, Steel ha prevalso con poco più del 2% dei voti, mentre Kim ha ottenuto una vittoria di circa 4.000 voti.

I margini stretti riflettono una contea di Orange che è cresciuta più demograficamente e ideologicamente diversa negli ultimi decenni, evolvendo da un’enclave suburbana a maggioranza bianca in una comunità più riflettente dello stato in generale.

“Orange County è diventata più viola”, ha detto Jack Pitney, un professore di scienze politiche al Claremont McKenna College.

E ci sono altri fattori in gioco.

Nel 2018, i democratici hanno sconfitto incumbents bianchi come Dana Rohrabacher e Mimi Walters con una lista di giovani candidati diversi. Il GOP ha usato quel playbook per garantire i propri guadagni nell’ultimo ciclo – Kim e Steel sono entrambi coreano-americani e giovani con marchi politici stabiliti.

“Hanno corso buoni candidati”, ha detto Pitney.

La marea rossa si è estesa oltre la contea di Orange nel 2020, poiché Mike Garcia, un latino, ha mantenuto il suo seggio che ha vinto dopo che il rappresentante democratico Katie Hill – un flip del 2018 – si è dimesso, e David Valadao ha battuto T.J. Cox per riprendere il seggio della Central Valley che ha perso contro Cox nel 2018. In tutto, i repubblicani hanno recuperato quattro dei sette distretti che i democratici hanno strappato al ciclo precedente.

“Nelle gare della Camera, quasi tutti i lanci hanno coinvolto un repubblicano che era una donna, una persona di colore o un veterano”, ha detto Pitney. “Hanno fatto un ottimo lavoro di reclutamento”.

I repubblicani che usano una coorte diversificata per portare avanti le loro idee potrebbero essere un mezzo per riconquistare rilevanza in California e in altri luoghi dove i candidati locali del GOP sono danneggiati dal marchio nazionale e dal presidente uscente Donald Trump.

“Il nuovo volto del Partito Repubblicano è il nuovo volto della California, e il partito spera che porterà a una rivitalizzazione in California”, ha detto Kousser.

Nella contea di Orange, dove gli asiatici americani e i latini rappresentano poco più della metà della popolazione, correre candidati che possono fare appello a loro culturalmente oltre che ideologicamente sembra essere una buona mossa. Potrebbe servire come un playbook per il partito in tutto lo stato e a livello nazionale, ha detto Kousser.

Ma i repubblicani non dovrebbero riposare sugli allori nonostante le notevoli vittorie.

La rappresentante democratica Katie Porter, il cui distretto comprende anche porzioni di Orange County, ha battuto uno sfidante repubblicano di 7 punti in un posto che una volta era sicuro per il GOP. Trump, che ha eccitato gli elettori altrove, ha perso Orange County con un margine decisivo, gestendo solo il 44% dei voti nella contea rispetto al 53% del presidente eletto Joe Biden.

“I candidati repubblicani in realtà hanno fatto abbastanza male in California questo ciclo”, ha detto Kousser. “

John Moorlach, un senatore repubblicano in carica che rappresenta parte della contea di Orange, è stato battuto dal democratico Dave Min. Il senatore statale repubblicano Ling Ling Chang, un altro in carica il cui distretto copre porzioni di Orange County, ha anche perso il suo seggio contro lo sfidante democratico Josh Newman.

Ma anche i democratici dovrebbero trattenersi dal festeggiare.

Porter ha vinto battendo il tipo di repubblicano – un uomo bianco di nome Greg Raths che ha passato la maggior parte della sua campagna parlando del suo servizio militare – che potrebbe essere consegnato al mucchio di cenere della storia in questa parte della California. Se i repubblicani ripetono il playbook di Michelle Steel-Young Kim in quel distretto, Porter potrebbe avere una sfida più robusta per le mani.

“Ci sono ancora molti repubblicani a Orange County”, ha detto Pitney.

Pitney ha anche notato che le condizioni nel 2018 erano estremamente favorevoli ai democratici ed è improbabile che tali condizioni si ripetano di nuovo in qualsiasi momento presto.

“I repubblicani erano particolarmente vulnerabili due anni fa a causa della cima del biglietto”, ha detto. “Non c’era suspense per la corsa del governatore. Tutti sapevano che Newsom avrebbe vinto e avrebbe vinto alla grande.”

Nella corsa al Senato degli Stati Uniti, Dianne Feinstein ha corso contro un altro democratico in Kevin De Leon.

“I democratici erano motivati a presentarsi nel 2018 e i repubblicani no”, ha detto Pitney. “Avanti veloce di due anni ed entrambe le parti erano motivate.”

Tutto ciò significa che nessuno dei due partiti dovrebbe essere particolarmente fiducioso quando si tratta del futuro della politica di Orange County.

“Questi posti e questa zona sono in palio”, ha detto Kousser. “La storia che Orange County sia passata da un profondo rosso a un profondo blu è sempre stata gonfiata. La verità è che se si guardano da vicino le tendenze, è stato un cambiamento incrementale che ha cambiato Orange County da una roccaforte rossa a viola.”

La California è un luogo di estremi. In posti come San Francisco e Los Angeles e i loro sobborghi, il blocco di voto è affidabilmente democratico. I repubblicani possono tranquillamente piantare le loro bandiere nelle parti più rurali dello stato, dalla Central Valley al nord dello stato e in tutte le contee della Sierra.

Ma la contea di Orange è una notevole eccezione, un campo di battaglia dove entrambi i partiti probabilmente testeranno l’efficacia delle loro idee e messaggi politici.

“Nel lungo periodo, i democratici probabilmente diventeranno più forti nella contea di Orange, date le tendenze demografiche”, ha detto Pitney. “Ma i repubblicani saranno competitivi in questi sobborghi per il prossimo futuro, finché correranno buoni candidati”.”

Come Loading…

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.