Articles

Oral Contraceptives Are Not an Effective Treatment for Ovarian Cysts

Practice Pointers

I contraccettivi orali sono noti da tempo per essere altamente efficaci nella soppressione dello sviluppo di cisti ovariche. In uno studio, il rischio relativo di sviluppare cisti ovariche era 0,22 (intervallo di confidenza al 95%, da 0,13 a 0,39) per le donne che assumevano un contraccettivo orale rispetto a quelle che non assumevano un contraccettivo orale.1 Sebbene i contraccettivi orali siano comunemente usati per trattare le cisti ovariche, gli autori hanno cercato di chiarire se questo sia appropriato. Otto studi randomizzati controllati sono stati inclusi in questa revisione. Anche se gli studi erano troppo eterogenei per condurre meta-analisi per la maggior parte delle domande, i risultati di questi studi erano abbastanza coerenti per trarre diverse conclusioni.

Cinque studi hanno esaminato le cisti ovariche spontanee, rappresentando un totale combinato di 398 donne. Lo studio più grande ha incluso 141 donne, e quattro degli studi sono stati condotti in Turchia. I contraccettivi orali utilizzati in questi studi contenevano etinilestradiolo combinato con desogestrel o levonorgestrel. Individualmente, nessuno dei cinque studi ha trovato un beneficio statisticamente significativo dell’uso di contraccettivi orali rispetto alla gestione dell’attesa per accelerare la risoluzione delle cisti.

Tre studi con un totale di 288 partecipanti hanno valutato l’efficacia dei contraccettivi orali per il trattamento delle cisti ovariche in donne la cui ovulazione è stata indotta medicalmente. In questi studi, l’ovulazione è stata indotta con clomifene (Clomid), gonadotropina menopausale umana, gonadotropina corionica umana, o una combinazione di questi farmaci. I criteri di ammissibilità per questi studi includevano la presenza di una cisti annessiale con un diametro di almeno 1,5-2 cm. I partecipanti sono stati randomizzati a contraccettivi orali monofasici o alla gestione dell’attesa. Problemi di randomizzazione, cecità e stima della dimensione del campione erano comuni a tutti e tre gli studi. Nessun beneficio dei contraccettivi orali rispetto alla gestione in attesa è stato osservato in nessuno studio.

Un risultato comune negli studi inclusi in questa revisione era che le cisti ovariche che non si risolvevano entro due o tre cicli erano spesso di natura patologica. Per esempio, in uno studio del 2003 su 62 donne randomizzate a contraccettivi orali o alla gestione della gravidanza, 19 donne avevano cisti persistenti e successivamente sono state sottoposte a laparoscopia.2 Sei delle cisti erano cistoadenomi sierosi, quattro erano endometriomi, due erano cistoadenomi mucinosi e uno era un cistodenofibroma mucinoso. I restanti sei erano cisti follicolari. Questo riflette il consenso generale che le cisti funzionali in genere si risolvono in otto a 12 settimane.3 Questi risultati sono anche coerenti con le attuali raccomandazioni delle linee guida che le cisti ovariche più piccole di 50 mm essere gestito in attesa per un massimo di tre cicli e che i contraccettivi orali non essere utilizzati per il trattamento.4

.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.