Articles

Impara a riconoscere e a permetterti di sentire le tue emozioni

Entrare in contatto con i propri sentimenti non è così facile per la maggior parte di noi. Per anni ci hanno insegnato a sopprimere e nascondere certi sentimenti. Per esempio, quando ci sentiamo giù e depressi, ci viene spesso detto di fare una “faccia coraggiosa” e sorridere, anche se sappiamo che stiamo soffrendo dentro.

Con il tempo, può diventare più difficile esprimere ciò che sentiamo veramente.

Come identificare le tue emozioni

Per entrare in contatto con le nostre emozioni, è utile cominciare a porsi alcune domande come:

  • Quali sentimenti sono presenti di cui sei consapevole?
  • C’è una sensazione che si distingue dalle altre?
  • Come la descriveresti?
  • Quando hai capito che questa sensazione era presente per la prima volta?
  • Da quanto tempo è presente?

Quando rispondi a queste domande, cerca di evitare risposte generiche come dirti che ti senti “bene”. Prendi un taccuino o un diario dove puoi scrivere le tue risposte a queste domande e registrare i tuoi sentimenti. Può essere molto più facile scrivere ciò che proviamo prima di essere in grado di articolarlo. Solo l’atto di scrivere ci aiuta ad iniziare ad elaborare le nostre esperienze. Un bonus aggiunto: proprio come un computer quando il disco rigido è troppo pieno, scrivere aiuta la nostra mente a svuotarsi e ad alleviare lo stress.

Quando cominciate a riprendere confidenza con i vostri sentimenti, vorrete prendere nota di qualsiasi fattore di stress che sta innescando varie emozioni. Capire come i fattori di stress innescano le risposte emotive rende più facile riconoscere cosa causa i sentimenti associati allo stress.

Per esempio, potresti provare rabbia quando i tuoi amici cancellano i piani con te all’ultimo minuto. Poi, più tardi, vieni a sapere che invece sono usciti con un altro gruppo di amici. Dato che questi amici hanno già annullato prima, è facile capire perché sei arrabbiato. Una soluzione per alleviare questo fattore di stress è smettere di fare piani con persone che non danno valore al tempo trascorso con voi. O forse è il momento di stabilire un limite per gli amici che dicono una cosa e ne fanno un’altra. Comunque tu scelga di rispondere, assicurati che sia autentico per te e che porti al risultato che vuoi.

E se non so come mi sento?

Come possiamo entrare in contatto con tutti i nostri sentimenti se non sappiamo nemmeno come ci sentiamo? Cominciamo esplorando la nostra vita quotidiana e imparando l’intelligenza emotiva. Un aspetto dell’intelligenza emotiva è riflettere su come le nostre esperienze influenzano le nostre emozioni e come rispondiamo ad esse. Un altro componente è la consapevolezza del nostro impatto sugli altri. Ecco alcune possibili domande da porsi:

Tu:

  • Ti fermi e fai una pausa prima di parlare se ti senti emotivo?
  • Riconosci i tuoi errori e chiedi scusa?
  • Prova a cercare il buono negli altri?
  • Esplora i sentimenti di base e cerca di arrivare a ciò che ti disturba veramente?
  • Chiedete agli altri un feedback su come vi percepiscono?
  • Pensate ai vostri sentimenti o a come si sentono gli altri?
  • Siate curiosi di sapere perché voi o gli altri si comportano come fanno?

Molte persone che pensano di non sapere cosa provano sono spesso sorprese quando diventano curiose e scoprono di essere più in contatto con i loro sentimenti di quanto pensassero inizialmente. Se hai risposto sì a una o più delle domande di cui sopra, allora anche tu sei più in contatto con i tuoi sentimenti di quanto tu possa credere.

Una volta che possiamo riconoscere ciò che stiamo provando, allora gradualmente comincia a diventare più facile esprimere le nostre emozioni, sia quelle positive che quelle negative. Per esempio, inizialmente, potreste pensare di esservi arrabbiati perché vostro figlio vi ha risposto male o il vostro ragazzo vi ha dato buca o il vostro capo vi ha offeso in una riunione di progetto. Tuttavia, dopo un’esplorazione più profonda, mentre il comportamento dell’altra persona potrebbe essere ciò che vi ha spinto a un punto di rottura, ciò che veramente vi preoccupava erano le preoccupazioni finanziarie perché le vostre ore di lavoro sono state appena ridotte.

Come potete vedere, a volte certe risposte emotive come la rabbia sono solo una copertura per altre emozioni più profonde come la paura o un dolore non riconosciuto. Per imparare a riconoscere le tue emozioni e come esprimerle, così come migliorare la tua intelligenza emotiva, sentiti libero di controllare i programmi autoguidati di Heartmanity o contattaci al (406) 577-2100 per ulteriore assistenza oggi stesso!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.