Articles

Grassi saturi: un nemico del controllo del diabete di tipo 2

Quando la maggior parte delle persone pensa a una dieta che porta a un cattivo controllo del diabete, possono pensare a una dieta ricca di carboidrati e zucchero. Mentre questi tipi di cibo hanno un impatto sugli zuccheri nel sangue, consumare troppi grassi saturi può essere un nemico contro il controllo del diabete, anche. Questo perché un segno distintivo di pre-diabete, diabete di tipo 2 e peggioramento del diabete di tipo 2 è la resistenza all’insulina.

Grassi saturi e resistenza all’insulina

Primo, che cosa è l’insulina? L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas per controllare i livelli di zucchero nel sangue. L’insulina aiuta a spostare lo zucchero dal sangue alle cellule per lo stoccaggio e l’energia. In altre parole, l’insulina è la chiave che apre la porta delle nostre cellule muscolari per far entrare gli zuccheri. La resistenza all’insulina è lo stato del tuo corpo in cui l’insulina non risponde correttamente per spostare lo zucchero nelle cellule, il che provoca di conseguenza un aumento degli zuccheri nel sangue. La fisiopatologia della resistenza all’insulina è un po’ contorta, ma quello che si sa è che i grassi saturi giocano un ruolo. È noto dal 1927 che un maggior consumo di grassi ritarda il processo di ingresso degli zuccheri nel sangue nelle cellule, il che significa che gli zuccheri rimangono più a lungo nel flusso sanguigno.1 I risultati degli studi sugli animali e sull’uomo dimostrano anche che un elevato consumo di grassi saturi è associato all’insulino-resistenza e allo sviluppo del diabete di tipo 2.2 Questo perché uno stato incontrollato di insulino-resistenza porta a un maggior rischio di contrarre il diabete di tipo 2. Le persone sono anche a più alto rischio di resistenza all’insulina se sono in sovrappeso o obese.

Non tutti i grassi sono cattivi

Contrariamente alla connotazione della parola, non tutti i grassi sono malsani. Due fonti principali di grassi su cui ci concentreremo sono i grassi saturi e insaturi. I grassi saturi si trovano comunemente nei prodotti animali, come le carni rosse e i latticini. D’altra parte, i grassi insaturi provengono principalmente da fonti vegetali e consistono in alimenti come l’olio d’oliva, le noci e gli avocado. Gli studi hanno dimostrato che nelle persone con diabete, i grassi saturi causano resistenza all’insulina, mentre i grassi insaturi possono migliorare la sensibilità all’insulina.3 Per questo motivo, il consumo di grassi vegetali è favorito al posto dei grassi animali e dei cereali lavorati.3 Non solo gli alimenti a base vegetale sono più bassi in grassi saturi, ma sono generalmente meno calorici e pieni di nutrienti e fibre per nutrire il corpo.

Modi per migliorare la resistenza all’insulina

I cambiamenti dello stile di vita, in particolare la dieta, affrontano una delle cause principali del diabete di tipo 2: la resistenza all’insulina. Seguire una dieta a base vegetale può essere una soluzione, dato che i prodotti animali possono contenere un’alta quantità di grassi saturi. Una dieta a base vegetale include generalmente legumi, cereali integrali, frutta, verdura e noci, e scoraggia la maggior parte dei prodotti animali e dei cibi raffinati.4 Lo studio Adventist 2, che includeva circa 89.000 persone estese su 50 anni, ha dimostrato una sostanziale diminuzione dell’incidenza del diabete in coloro che mangiavano una dieta vegetariana. Lo studio ha anche suggerito che coloro che mangiano carne una o più volte alla settimana hanno tassi significativamente più alti di diabete.5 Le diete a base vegetale hanno anche dimostrato di funzionare meglio nel ridurre gli zuccheri nel sangue, il peso corporeo e il rischio cardiovascolare rispetto alle diete che includono prodotti di origine animale.6

I modelli alimentari basati sulle piante, come la dieta DASH, la sana dieta mediterranea e la sana dieta vegetariana, hanno dimostrato di essere associati a una migliore salute e a un minor rischio di malattia secondo l’epidemiologia nutrizionale, gli studi di intervento controllati randomizzati e la maggior parte della letteratura.7 Queste diete sono anche adatte alla maggior parte delle persone. Inoltre, l’esercizio fisico, con o senza perdita di peso, aiuta a migliorare la sensibilità all’insulina in modo che il corpo possa utilizzare meglio l’insulina che produce naturalmente.8 Questo a sua volta può significare dosi più basse di farmaci per il diabete, o anche smettere del tutto di prendere i farmaci per il diabete, il che può ridurre i costi su quanto si spende per la cura del diabete. È stato dimostrato che, dopo aver tenuto conto delle differenze di età e sesso della popolazione, le spese mediche medie per le persone che vivono con il diabete erano circa 2,3 volte superiori a quelle delle persone che non hanno il diabete.9

Pericoli degli zuccheri nel sangue non controllati

Il controllo degli zuccheri nel sangue è importante perché più a lungo un’elevata quantità di glucosio è nel flusso sanguigno, più danni può causare ai vasi sanguigni, ai nervi e ai tessuti. Pertanto, è molto importante che i medici controllino i piedi, gli occhi e i reni almeno una volta all’anno se hai il diabete. Le persone con zuccheri nel sangue non controllati sono anche a più alto rischio di complicazioni cardiovascolari come infarti e ictus e sono più inclini alle infezioni.10 Le diete a base vegetale hanno dimostrato miglioramenti nel controllo degli zuccheri nel sangue, che possono possibilmente ridurre o prevenire l’incidenza delle complicazioni a lungo termine del diabete di tipo 2.

Cosa puoi fare

Parla con il tuo medico o dietologo per mangiare più cibi a base vegetale. Può anche essere più facile pensare ai cambiamenti di ciò che mangi come una scelta di stile di vita invece che come una dieta. Piccoli cambiamenti agli alimenti che consumi possono avere un grande impatto sulla tua salute nel lungo periodo. Mangiare più sano non significa nemmeno che debba essere più costoso. Acquistare prodotti di stagione, o anche visitare il tuo negozio locale da 99 centesimi che porta generi alimentari può essere un metodo utile per risparmiare denaro e mantenerti anche in salute. Non è necessario essere vegani per sperimentare i benefici di una dieta a base vegetale. Qualsiasi passo che si prende per aggiungere più alimenti a base vegetale sul vostro piatto può migliorare i vostri zuccheri nel sangue.5

Punti chiave

Per riassumere, sforzandosi di aumentare la quantità di alimenti a base vegetale si mangia, ridurre al minimo il consumo di alimenti di origine animale, aumentare l’attività fisica, insieme a prendere i farmaci per il diabete regolarmente, può avere un impatto positivo sui vostri zuccheri nel sangue e la salute generale!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.