Articles

Camera circulation up slightly; newspapers nationally see decline

Circulation fell at most of the largest U.S. newspapers compared with a year ago, despite new rules that give publishers more flexibility to boost their totals.

The Camera’s print circulation, meanwhile, grew slightly while its online audience increased by nearly 40 percent.

Le cifre pubblicate martedì, per i sei mesi terminati a marzo, segnano la prima volta che i giornali hanno calcolato la circolazione sotto le linee guida più morbide dell’Audit Bureau of Circulations.

Tra le altre cose, i cambiamenti permettono agli editori di includere copie gratuite date ai dipendenti del giornale e alle scuole locali; prima le copie dovevano essere comprate per essere contate. I cambiamenti rendono anche più facile per i giornali raggruppare edizioni separate sotto titoli diversi in un unico totale.

La circolazione dei giornali è diminuita man mano che i lettori si spostano dal giornale stampato ai siti web gratuiti e ai servizi mobili. Le alternative elettroniche sono diventate ancora più allettanti dato che i giornali fanno pagare di più le loro edizioni stampate. Una parte del calo della circolazione deriva dalla decisione degli editori di ridurre le loro aree di consegna per risparmiare denaro.

La circolazione è importante perché influenza i tassi di pubblicità. La pubblicità sulla stampa è stata a lungo la principale fonte di reddito per i giornali, ma è diminuita a causa dell’economia incerta e dello spostamento degli inserzionisti verso opzioni gratuite e più economiche su Internet.

La circolazione nei giorni feriali è stata inferiore all’anno scorso per tutti i 25 maggiori giornali statunitensi, tranne sette. Secondo la ABC, nessuno di questi cali avrebbe dovuto essere innescato dai cambiamenti delle regole. Se non altro, ABC ha detto che le nuove regole aiutano ad aumentare la circolazione, quindi alcuni totali avrebbero potuto essere ancora più bassi senza i cambiamenti.

A causa dei cambiamenti, tuttavia, ABC non ha confrontato direttamente le ultime cifre di circolazione con lo stesso periodo di un anno fa.

Ma questo non ha fermato i due più grandi quotidiani, The Wall Street Journal e USA Today, dal propagandare i loro guadagni – il Journal in un comunicato stampa, e USA Today in una nota al personale. La diffusione nei giorni feriali del Journal è stata in media di 2,12 milioni nell’ultimo periodo, circa 25.000 copie in più rispetto a un anno fa. La tiratura feriale di USA Today è stata in media di 1,83 milioni, un aumento di meno di 2.500 copie.

Il New York Times rimane il più grande giornale della domenica. La sua circolazione domenicale è stata in media di 1,34 milioni, in calo di circa 37.000 copie rispetto a un anno fa. Né il Journal né USA Today pubblicano la domenica. Nei giorni feriali, il Times è terzo, con circa 920.000 copie, in calo di circa 34.000.

La circolazione della Camera, ora a 26.914 nei giorni feriali, è cresciuta di quasi 300 dall’anno scorso. La sua circolazione domenicale di 30.038 è di 35 copie in più rispetto all’anno scorso.

Mentre la circolazione della stampa della Camera è rimasta essenzialmente piatta, il suo pubblico online è cresciuto di quasi il 40%. Più di 907.000 utenti unici totali hanno visitato il sito web della Camera da settembre 2010 a marzo 2011, mentre 657.159 si sono collegati durante lo stesso periodo di tempo l’anno precedente.

Oltre al Journal e USA Today, gli altri grandi quotidiani che riportano aumenti di circolazione nei giorni feriali sono stati: il San Jose Mercury News in California, lo Star Tribune di Minneapolis, il Chicago Sun-Times, il Dallas Morning News e il St. Petersburg Times in Florida.

I giornali di San Jose, Chicago, Dallas e St. Petersburg hanno tutti approfittato della regola che permette loro di contare più facilmente le edizioni regionali e altre edizioni “di marca”.

Per esempio, il Mercury News conta la circolazione di Contra Costa Times, The Oakland Tribune e altri giornali della baia di San Francisco che condividono contenuti e lo stesso proprietario, MediaNews Group, che possiede anche Camera, Colorado Daily e Longmont Times-Call. Anche se ogni edizione ha un contenuto su misura per la sua regione, MediaNews li raggruppa e presenta agli inserzionisti il totale più alto. Altri giornali contano edizioni fatte su misura per i pendolari in treno e pubblicate sotto un marchio separato. Ci sono anche edizioni in altre lingue incluse in alcuni totali.

Circa 50 giornali hanno raggruppato edizioni separate in questo modo, secondo la ABC. Per esempio, la tiratura feriale del Mercury News di quasi 578.000 consisteva principalmente in 370.000 copie sotto un nome diverso.

Anche prima dei cambiamenti delle regole, ai giornali è stato permesso di contare le vendite digitali nella loro tiratura. Con l’eccezione del Wall Street Journal, gli abbonamenti digitali rappresentano generalmente una piccola parte della circolazione. Questo dovrebbe cambiare man mano che più giornali fanno pagare l’accesso ai siti web e ai dispositivi mobili come l’iPad della Apple Inc.

La circolazione elettronica del Journal è aumentata del 22% dall’anno scorso fino a quasi 505.000. Con solo 40.000 abbonati digitali, USA Today ha avuto la più grande circolazione di stampa a 1,79 milioni.

Lo staff di Camera ha contribuito a questo rapporto.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.