Articles

17 termini di donazione pianificata che il tuo team dovrebbe conoscere

Di recente, stavo parlando con qualcuno che è stato nella donazione pianificata per quasi 20 anni. Sicuramente parla e cammina, capace di adattare sapientemente il suo approccio e il suo vocabolario per soddisfare qualsiasi situazione – dai pranzi di apprezzamento dei donatori ai panel Q&A del settore.

Stava descrivendo un incontro con un potenziale donatore in cui un membro del team, nuovo allo sviluppo, ha chiesto alla mia collega: “Cos’è una rendita da donazione caritatevole?” Parlando di interruzione del flusso.

Il punto della mia collega non era quello di denigrare o giudicare. Era inteso a sottolineare l’importanza di imparare il linguaggio della donazione pianificata, in modo che i professionisti a qualsiasi livello possano condividere con fiducia e precisione la conoscenza con tutte le parti investite.

È nostro compito conoscere le parole che raccontano le storie in modo da non confondere o interrompere le conversazioni dei donatori.

Con questo in mente, torniamo ai fondamentali oggi, con i ringraziamenti al consulente tecnico senior di Stelter Lynn M. Gaumer, J.D., per prestare il suo intuito – e parole – sui termini di donazione pianificata che ogni professionista dello sviluppo dovrebbe conoscere.

Iniziamo con il quadro generale.

Che cos’è il PLANNED GIVING?

Questo è un termine industriale, quindi i vostri donatori potrebbero non riconoscerlo. Infatti, nel Donor Insights Report 2009 di Stelter, solo il 37% delle persone conosceva il termine. I doni pianificati (noti anche come “legacy gifts”, “deferred gifts” e “estate gifts”) sono essenzialmente doni importanti che i donatori pianificano, che vengono fatti durante o dopo la loro vita, e che forniscono un sostegno finanziario alle organizzazioni non profit di loro scelta.

Per alcuni donatori questo è considerato il “dono definitivo” in quanto è molto più emozionante che scrivere un assegno. Alcuni veicoli di donazione forniscono un sostegno immediato, come i doni in contanti o titoli negoziabili, dove i donatori possono testimoniare l’impatto della loro donazione. Altri forniscono un sostegno futuro come un dono in un testamento o un trust o la designazione del beneficiario, mentre altri forniscono un reddito per tutta la vita al donatore e un dono futuro.

Termini comuni di pianificazione patrimoniale

Beneficiario
La persona o l’organizzazione designata a ricevere benefici o fondi in un testamento o trust o altre attività, come una polizza di assicurazione sulla vita o piano pensionistico. Nello studio Stelter’s 2012 Donor Insights è stato evidenziato che mentre questo è un dono facile da eseguire molti donatori ancora non ci pensano.

Il consiglio di Lynn: Assicuratevi di incoraggiare i vostri donatori a notificarvi se la vostra organizzazione è stata nominata come beneficiaria nel loro testamento o attraverso una designazione beneficiaria. Altrimenti, quelle buone intenzioni potrebbero andare perse. Molte persone e organizzazioni non profit non sanno che esiste una polizza o che sono stati nominati per ricevere il dono.

Lascito
Un dono lasciato in un testamento o in un contratto fiduciario è il modo più popolare per lasciare un’eredità. I tipi più comuni di lasciti caritatevoli sono:

  • Specifico – un dono di un oggetto specifico ad un beneficiario specifico. Se non possedete più l’oggetto (per esempio, mazze da golf) dopo la vostra vita, il lascito fallisce e il beneficiario non può reclamare altre proprietà o il valore in contanti.
  • Residuo – un dono di tutto il “resto, residuo e rimanenza” del vostro patrimonio dopo che tutti gli altri debiti, tasse e lasciti sono stati pagati. La maggior parte degli avvocati concorda sul fatto che questo è il metodo di lascito preferito per assicurare che i beneficiari ricevano le proporzioni che voi intendete.
  • Senza vincoli – questo è un dono da usare per scopi generali, senza condizioni; particolarmente utile per gli enti di beneficenza perché permette loro di usarlo per gli scopi più urgenti.
  • Onorario/Memoriale – un dono fatto in onore o in memoria di qualcuno.

Consiglio di marketing: Siate diretti e usate un linguaggio semplice. Il Dr. Russell James, J.D., Ph.D., CFP® e professore alla Texas Tech University raccomanda di usare termini che incoraggino l’interesse per le donazioni pianificate. Il termine “lascito” non sempre risuona con i donatori. Potreste voler fare riferimento a un lascito caritatevole come “un dono” in un testamento o in un trust.

Codicillo
Uno strumento legale fatto per modificare un precedente testamento.

Esecutore (o rappresentante personale)
La persona nominata in un testamento o nominata dal tribunale per gestire il patrimonio. Questa persona raccoglierà la proprietà, pagherà qualsiasi debito e distribuirà le vostre proprietà o beni secondo il testamento.

Trust
Uno strumento legale scritto creato da un concedente/trustor a beneficio di se stesso (durante la vita) o altri (durante la vita o alla morte). Gli investimenti usati per finanziare i trust includono tipicamente contanti, titoli negoziabili e proprietà immobiliari.

Lo sapevi? Un trust può durare fino a una data specifica o fino al verificarsi di un particolare evento – la data in cui un bambino raggiunge una particolare età, per esempio, o quando l’importo nel trust è troppo piccolo da amministrare.

Trustee
Un trustee è un individuo o un’istituzione a cui è affidato il compito di gestire la proprietà posta nel trust.

Will
Un documento legalmente eseguito che stabilisce come e a chi deve essere distribuita la proprietà di una persona dopo la morte.

Lo sapevi? Il sessantotto per cento degli americani di età superiore ai 18 anni non ha un testamento.* La pianificazione del testamento, tuttavia, è una scelta intelligente per tutti, indipendentemente dall’età o dal patrimonio.

LIFE INCOME GIFTS

Queste donazioni sono donazioni future a un’organizzazione che forniscono ai donatori o ad altri un reddito per un periodo di tempo.

Reddito di donazione caritatevole
I donatori fanno una donazione di contanti, titoli o altre proprietà all’organizzazione no-profit di loro scelta, che poi accetta di pagare loro un importo fisso per tutta la vita. Il tasso di pagamento è determinato dall’età del donatore e l’età di qualsiasi altra persona che è nominata per ricevere i pagamenti al momento della donazione. Nota: La vostra organizzazione potrebbe essere in grado di offrire rendite da donazione caritatevole solo in alcuni stati. Alcune organizzazioni potrebbero non offrirle affatto.

Caritable remainder trust
I charitable remainder trust pagano ad una o più persone ogni anno per un periodo di anni (non più di 20) o per tutta la vita, con il saldo della proprietà del trust che va in seguito in beneficenza. Funzionano allo stesso modo di una rendita di beneficenza, ma sono più flessibili, in quanto è possibile nominare uno o più redditi vitalizi e organizzazioni di beneficenza come beneficiari.

ALTRI MODI DI DONARE

Fondo consigliato dal donatore
Un conto di investimento creato dal donatore ma gestito da un’organizzazione no-profit, una fondazione comunitaria o il braccio caritatevole di un istituto finanziario. I donatori contribuiscono al conto, che cresce esentasse, e possono raccomandare quanto (e quanto spesso) distribuire il denaro da quel fondo a una particolare organizzazione o ad altre organizzazioni non profit. I donatori non possono dirigere i doni. DAFdirect.org ha un widget gratuito che potreste trovare utile!

Il consiglio di Lynn: I fondi consigliati dai donatori hanno avuto un’impennata di popolarità e la tendenza probabilmente continuerà, date le nuove leggi fiscali. I donatori possono desiderare di fare grandi contributi ad un singolo fondo (e superare la deduzione standard) in un anno, poi prendere la deduzione standard l’anno successivo. Questo permetterà ai donatori di fare distribuzioni quando saranno pronti.

Fondo
Un fondo di dotazione è fondamentale per il futuro successo di qualsiasi organizzazione no-profit in quanto limita il capitale di una donazione, richiedendo all’organizzazione no-profit di tenere quei fondi in modo permanente e di usare solo il reddito annuale degli investimenti o una piccola percentuale del fondo totale ogni anno.

IRA charitable rollover
Una donazione specificamente riservata ai donatori che hanno 70½ anni o più, poiché questi donatori sono tenuti a prendere distribuzioni minime e possono o non possono avere bisogno del reddito. Il rollover caritatevole IRA permette ad un individuo di fare un regalo direttamente ad un’organizzazione caritatevole qualificata di qualsiasi importo fino a 100.000 dollari all’anno. Questi doni sono esclusi dal reddito lordo e contano per la distribuzione minima richiesta del donatore. Questo dono è vantaggioso indipendentemente dal fatto che il donatore articoli le sue tasse.

Il consiglio di Lynn: Questo è un ottimo regalo per il 2018, data la maggiore deduzione standard sotto le nuove leggi fiscali.

I beni del piano di pensionamento
I beni del piano di pensionamento sono i beni più grandi e più preziosi che molte persone possiedono. Questi includono 401(k), 403(b) e IRA. Rimangono tassabili quando vengono distribuiti a un beneficiario e sono esenti da tasse quando vengono dati a un’organizzazione non profit.

Il consiglio di Lynn: Incoraggiate i vostri donatori a fare una donazione alla vostra organizzazione dai loro beni del piano di pensionamento e lasciate ai loro cari beni meno tassati come assicurazioni sulla vita, titoli e proprietà immobiliari.

TERMINI FINANZIARI AGGIUNTIVI DA SAPERE

Proprietà apprezzata
Proprietà come beni immobili o azioni che sono aumentate di valore.

Tasso Federale a medio termine caritatevole o CMFR
Conosciuto anche come tasso federale applicabile o AFR, tasso di sconto IRS o tasso della sezione 7520. È il tasso d’interesse che viene usato per determinare la deduzione caritatevole per molti tipi di doni pianificati, come i charitable remainder trusts e le rendite da regalo.

Base di costo
Il valore originale di un bene, come le azioni, prima del suo apprezzamento o deprezzamento.

Wheew! È un sacco di roba da assimilare. Ci sei riuscito? Hai imparato qualcosa di nuovo? Vorremmo aiutare a rendere il lavoro tuo e del tuo team di donazioni pianificate un po’ più facile con la nostra utile tabella di confronto. Scaricalo e vedi cosa ne pensi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.